Tankage. Nutrire naturalmente la terra per nutrire meglio i suoi abitanti. I risultati di una sperimentazione tra campo e laboratorio

18ott.11:4512:45Tankage. Nutrire naturalmente la terra per nutrire meglio i suoi abitanti. I risultati di una sperimentazione tra campo e laboratorio11:45 - 12:45 ATTIVITÀ IN PRESENZA:CONFERENZETARGET:SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADODOVE:SALA AVERROÈ ORGANIZZATO IN COLLABORAZIONE CON:Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”Università degli Studi di Napoli Federico IINapoli

QUANDO:

18 ottobre 2024 11:45 - 12:45

SEDE EVENTO:

Napoli

ALTRI EVENTI

INFORMAZIONI ATTIVITÀ:

(cod. #P_0537)

DOVE: Sala Averoè

A cura di:

  • BioTekNet
  • Fondazione Idis-Città della Scienza
  • Dipartimento di Medicina, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”
  • Dipartimento di Agraria, Università degli Studi di Napoli Federico II
  • Aziende Agricole produttrici: Fratelli Napolitano; Masseria dello Sbirro; Montemarano; Bios Fertilizzanti

Ad un anno dall’avvio del Progetto Tankage si presentano in una giornata di lavoro i primi risultati. A partire dagli anni ‘60-70, la necessità di far fronte alle sempre maggiori richieste di cibo, a livello mondiale, ha spinto il mondo agricolo ad un ricorso intensivo agli input colturali, in particolare ai fertilizzanti chimici, spinti anche dai rapidi processi di industrializzazione che hanno caratterizzato quel periodo. Tuttavia, l’impiego eccessivo di questi prodotti di sintesi, se da un lato ha comportato un incremento delle rese, dall’altro ha dato il via ad una serie di problematiche di carattere ambientale tra cui: lisciviazione dei nitrati con inquinamento delle falde, perdita di fertilità organica dei suoli e relativi fenomeni di impoverimento ed erosione. Negli ultimi anni, però, almeno in Italia, una risvegliata consapevolezza della necessità di tutelare l’ambiente e, quindi, la salute umana, sta spingendo l’agricoltura verso un’altra direzione: l’ottimizzazione delle tecniche colturali ed in particolare della concimazione. Infatti, mentre i principali competitor su scala mondiale puntano sull’impiego massiccio di fertilizzanti, il nostro Paese fa leva sulle innovazioni scientifiche e su un impiego razionale di elementi nutritivi per soddisfare le esigenze di un’agricoltura di qualità, amica dell’ambiente. In tale contesto, il progetto si pone, come obiettivo generale, la verifica dell’effetto di fertilizzanti agro-ecologici, biologici ed organo-minerali su ambiente, quantità e qualità delle produzioni agricole e salute del consumatore. Particolare attenzione sarà prestata al mantenimento e miglioramento della fertilità chimica e microbiologica del suolo e alla riduzione dell’impatto ambientale dovuto all’uso dei concimi chimici, senza rinunciare ad elevati standard produttivi sia in termini quantitativi sia qualitativi e di salubrità dei prodotti, caratteristica, quest’ultima, strettamente connessa alla tutela della salute dei consumatori. Il Progetto TANKAGE si caratterizza, dunque, per essere una reale catena di trasmissione tra mondo della ricerca scientifica, mondo dei servizi all’agricoltura e quello delle imprese agricole.

CONDIVIDI QUESTO EVENTO: