(cod. P_0395) 

A cura del Dipartimento Asia Africa e Mediterraneo, Università degli Studi “L’Orientale”

Con: 

Andrea D’Andrea, Dipartimento Asia Africa e Mediterraneo, Università degli Studi “L’Orientale”

Angela Bosco, Dipartimento Asia Africa e Mediterraneo, Università degli Studi “L’Orientale”

Zied Mnasri, Dipartimento Asia Africa e Mediterraneo, Università degli Studi “L’Orientale”

Rosario Valentini, Dipartimento Asia Africa e Mediterraneo, Università degli Studi “L’Orientale”

Gilda Ferrandino, Dipartimento Asia Africa e Mediterraneo, Università degli Studi “L’Orientale”

La proposta consiste nello sviluppo di una applicazione di intelligenza artificiale per la gestione di archivi digitali nell’ambito archeologico. Tale archivio, generalmente costituito da immagini di oggetti di interesse storico e dai relativi dati descrittivi, viene automaticamente rilevato, classificato e annotato tramite un sistema di machine learning basato sugli strumenti di intelligenza artificiale, come le rete neuronali e i modelli di elaborazione dell’immagine.

I modelli sviluppati sono disponibili online, sia in modo pubblico che privato, per consentire l’accesso all’applicazione sia per scoprire le diverse possibilità, che per utilizzarla in modo più avanzato. Le applicazioni possibili includono:


– Il rilevamento automatico di forme da immagine di scavo
– Il riconoscimento delle classe di oggetti rilevati
– La descrizione dettagliata di ogni tipo di oggetto nel suo contesto storico


Una delle attività di laboratorio proposte consiste nel test, in tempo reale, di un modello di rilevamento e classificazione automatica di oggetti di una missione di scavo dell’Università di Napoli L’Orientale, per dimostrare come si realizza il riconoscimento di forme tipiche degli oggetti archeologici, e si assegnano le relative classi.

23/11/2023
09:00 — 14:00 (5h)

23 Novembre 2023 · GIOVEDÌ, IN PRESENZA

PER TUTTI