(cod. P_0211)

A cura della Stazione Zoologica Anton Dohrn

Con:

Ida Orefice, Stazione Zoologica Anton Dohrn

Valeria Di Dato, Stazione Zoologica Anton Dohrn

Le diatomee sono microscopiche alghe che costituiscono il fitoplancton marino e benché non siano visibili a occhio nudo, sono molto importanti sia per l’ecosistema marino che per gli esseri umani, infatti, attraverso la fotosintesi, producono una grossa percentuale dell’ossigeno che respiriamo. Questi microscopici organismi pur essendo costituiti da una singola cellula dimostrano una spiccata intelligenza. Ad esempio sono in grado di attuare sofisticati meccanismi di difesa producendo sostanze tossiche che non influiscono direttamente sui predatori ma sulla loro
riproduzione. Oppure, quando le condizioni ambientali diventano sfavorevoli, entrano in una condizione molto simile a quella del letargo degli animali limitando le attività e riducendo il consumo di nutrienti. Attraverso l’utilizzo del microscopio impariamo a conoscere questi organismi così diversi in termini di dimensioni, forma e colori, proviamo ad isolare una singola cellula e vediamo i principali metodi di coltivazione in laboratorio. Inoltre è possibile conoscere le loro strategie di difesa, i meccanismi adattivi che permettono loro di sopravvivere anche in condizioni
ambientali sfavorevoli e il loro ciclo riproduttivo che prevede anche una fase di produzione sessuale in cui cellule di sesso opposto devono riconoscersi.

23/11/2023
09:00 — 14:00 (5h)

23 Novembre 2023 · GIOVEDÌ, IN PRESENZA

PER TUTTI

PRENOTA